Pictures of my travels

Alla fine il giorno è giunto. Domani ore 11.50 spicco il volo verso una meta che mai nella vita avrei pensato di visitare prima di New York. Eppure eccomi quasi pronto, giusto le ultime 2 cose da sistemare; occhiali da sole, valigia da sistemare (il trolley è troppo piccolo, la valigia modello "mio padre a new york nella sua giovinezza" potrebbe anche passare, ma pesa 18 mila kg vuota.), nonne da salutare onde evitare di non essere mai più invitati a casa per un pranzo. Il quadernino è pronto a raccogliere le perle del viaggio, sul fondo ho scritto cosa portare a chi, e a chi scrivere la cartolina. Boh che altro dire? Speriamo che il nostro aereo non sia un Savoia Marchetti del 1932 ma un aereo che almeno la scatola nera la ritrovano!

Stay tuned, aggiornerò come possibile questo viaggio direttamente dal Jap!

23/10/2008 ora locale  16.10

Distrutti da un viaggio che sa di allucinante, travolti dal gelo della russia con i sorrisi che li potevi vedere solo pagando 7 euro un pacchetto di pringles (state bene cosi!!) finalmente arriviamo in jap. Dormire in aereo? Impossibile. Sveglio assieme alle sole hostess mi rendo conto che sara' una dura lotta restare svegli la giornata seguente. Atterrati a tokyo che ve lo dico a fa? Oltre ad avermi perquisito pensando che fossi chissa' quale spacciatore vietnamita, mi accorgo anche che i russi non hanno l'abitudine di farsi i cazzi loro, e scopro che la valigia manca del lucchetto..

Il treno che ci porta da Narita a Tokyo e pulito e veloce. Il problema numero 1 lo troviamo arrivati nella citta' dove NESSUNO parla inglese. Tutte cazzate sui giapponesi civilizzati. Questi non spiccicano una parola. Ho fermato 10 persone, l'11 parlava inglese, ma era di taiwan e non poteva aiutarci.. Poi scopro un lato di questa gente veramente fantastico. Fermo 2 ragazzi. Lui maglietta dell'italia. Jappi. Lui addirittura chiama con il suo cellulare l'hotel, e dopo una serie di richieste a negozianti e tassinari riesce a metterci su un taxi che ci porta, finalmente in hotel.

La stanza e' piccola. Non riesco manco a specchiarmi e quando vai al cesso e' come stare in castigo. Non ti puoi nemmeno tirare su le mutande, non hai lo spazio materiale. Pero' che lusso mettere un film di Clint Eastwood doppiato e sentirlo bestemmiare in kanji.

Adesso in qualche modo cerchiamo di raggiungere mia cugina.. Piove, ma fa cmq 24 gradi...

 

24/10/2008 ora locale 10.45

Dopo aver vagato ieri sera per 3/4 del giappone per trovare il nostro albergo, sotto una pioggia torrenziale che ci ha fatto tornare completamente zuppi, alla fine riusciamo ad arrivare sani e salvi. Sempre piu epiche le imprese dei nostri 2 eroi, sono arrivato a chiedere un blocco notes per DISEGNARE quello che volevo dire. la tecnologia costa come a roma, oggi andiamo a vedere al quartiere elettronico. Vado pure sul piu alto grattacielo di tokyo, gratis. Ah ieri prima cena jap, come ho un attimo posto le prime immagini! Ciao dal jap che ora vado di fretta. Baci

24/10/2008

Shinjuku. La piu grande stazione metropolitana del mondo. Per rendere l'idea prendete talenti, tutta, e mettetela sottoterra. Ecco Shinjuku. Una cosa da perdersi, tant'e' (qui le e accentate non ci sono) che ci siamo persi, a volte non si trova nemmeno l'uscita. Siamo saliti in cima al Tokyo Gorvernament Tower, al 45esimo piano. Ci siamo purtroppo goduti solo la nebbia, visto che da 2 giorni non fa altro che piovere. Negozi di elettronica come se piovesse. Fossi venuto 15gg fa con il cambio piu favorevole che mai avrei comprato di tutto.Pomeriggio, dopo aver pranzato con il riso al curry, siamo andati a visitare un tempio in un parco bellissimo, il tutto sembrava irreale. Solo il rumore dei corvi (o un qualche tipo di animale non lo so) rompeva il silenzio tombale.
Sul tardi ci siamo fatti una passeggiata per omotesando, il piu ricco quartiere di Tokyo, dove a Kiddy land ho comprato di tutto. Qui ogni negozio ha 5 piani, e tutti e 5 vendono stronzate che in italia ce le sognamo. Presi 2 kimono per mipotina e figlia di amica, piu cazzatine varie. (Mikoz sarai contento!!) Il cazzo di portachiavi di jeeg ancora niente e nemmeno la maiolica per Mica!
Adesso si va a rappongi, il quartiere coatto di Tokyo. Abbiamo conosciuto 2 e una cosa tira l'altra...


25 Ottobre 2008 - ora locale 1.30

Appena tornati in hotel. Siamo stati dall'altra parte della citta, a rappongi, quartiere di locali jap. Pieno di omaccioni di colore che ti offrono i loro locali, di straniere finalmente si vede qualcuno, ma non cosi tanti come credevamo. Qua sono tutti jappo, non c'e' niente da fare. Abbiamo passato una bella serata insieme a 4 ragazze, mia cugina, una sua amica, e 2 che abbiamo conosciuto oggi pomeriggio, 2 belle ragazze (di cui foto). Domani kamakura e poi la sera di nuovo con loro! ;) Ecco un dettaglio della serata!



Spiacevole solo l'aver trovato uno mezzo morto nella stazione della metro al ritorno. Anzi probabilmente non era manco mezzo, visto che era in una pozza di sangue. Caduto dalle scale? Boh..

25/10/2008 - ora locale 20.04

Oggi visita a Kamakura, paesino poco distante da tokyo (un'oretta di treno) tipicamente jap. Pieno di templi e di storia ci ha regalato una bellissima giornata, anche perche' fortunatamente non e' piovuto mai. Meno male. Fichissima tutta l'area del tempio. Mi pare di aver capito che qua si paga se si vuole, o meglio, nessuno controlla l'ingresso che e' sempre distante dalla biglietteria. Anche quando c'e' la guardia (di solito un vecchietto) bata passare con passo disinvolto e via. Il jap a portata di mano e gratis. Però i Jap sono cosi educati che fare una cosa del genere sarebbe veramente troppo sfrontato e maleducato. Abbiamo visto il buddha in legno piu' grande del mondo, ben 9 metri, ma l'effetto che fa nel contemplarlo nel silenzio quasi assoluto non rende su nessuna foto. Percio' ora non la metto, la vedrete al ritorno. 
Poi abbiamo visto un altro capolavoro. Il Daibutsu, un buddha enorme, il piu' grande del giappone. Addirittura e' possibile entrarci dentro, nel buio piu' completo, dove ho intruppato un bambino jap e mi sono addobbato sulle scale. All'uscita molto carina la scena in cui chiedevo scusa in jap al bimbo in una serie di inchini tra me-lui- e la mamma  che non finivano piu'.
Ora dopo una docciona rinfrescante in hotel si va a casa di mia cugina. Obiettivo: carbonara. Sisi, stai in jap e devi mangiare la roba jap ecc ecc. Io la mangio, e' anche buona, ma oltre a riproporsi ogni volta vuoi mettere la bonta' della buona e sana pasta?




26/10/2008 - 10.00

Piove. Porca puttana. Come ogni singolo giorno da quando sto qua. Non se ne puo piu.
Ieri sera e' successa una cosa veramente carina. Sotto la metro mi metto a parlare con alcuni ragazzi, tra cui una biondina notevole, davvero notevole. Abbiamo fatto "amicizia" per quel poco checi ha concesso la metro. Da dove vieni, da dove non vieni, alla fine scopro che lei e' una attrice canadese. Amy Kerr
Giusto per farvi capire..

Alla fine ho bigliettino da visita, email, e invito ad andarla a trovare in canada. Mi sbrigo a finire sta vacanza in jap...

27/10/2008 - 19.50

Vorrei aprire una parentesi sulle jappe! O sono tutte brutte uguali, o sono tutte belle ugali. Nel senso che non saprei dare un appuntamento a una e il giorno dopo riconoscerla. Non scherzo. Sono estremamente femminili, e quelle carine sono tutte carine, ma tutte allo stesso modo. A parte il fatto che girano tutte praticamente ignude.. sabato sera per esempio tornando da roppongi 2 giravano vestite da... gattine.. con il culo praticamente in bella mostra. La discussione quindi si sposta su un altro argomento. I jappi so tutti froci? No perche' altrimenti non si spiega.. Ora vi faccio vedere 2 jappette con cui mi sono fotografato..
Ah prima pero un triste particolare.. hanno 99 su 100 le gambe storte (malformazione genetica?) e un incidente d'agosto sulla salerno - reggio in bocca..

29/10/2008 - ora locale 11.20

Oggi e' giorno di spostamenti. Alle 16.30 si prende lo Shinkansen per andare a Kyoto, la capitale culturale del Giappone. Stamattina l'idea era di andarea  Tsukiji, il mercato del pesce, ma l'idea di vedere tutte quelle povere bestie morte non mi esaltava moltissimo, cosi io ho passato. Mi sono fatto una bella dormita per recuperare. Iera sera entriamo in un localino con il tricolore. Scopriamo che il proprietario del locale e' un canadese che di primo acchitto sembra molto simpatico, poi alla fine ci bastona facendoci pagare 2700 yen per 2 birre e una coca cola, perche' si paga a tavolo.. non ci stava piu' simpatico, anzi mi stava anche un po sul cazzo. Almeno pero 2 parole le abbiamo potute scambiare, qui e' sempre piu difficile comunicare. E' come giocare sempre al gioco dei mimi. Tu indichi una cosa e speri che loro ti capiscano. Il fatto e' che non sempre ti capiscono. Cosi passi al "pictionary" (ve lo ricordare il gioco da tavola?) e con carta e penna provi a disegnare quello che ti serve, a volte a rebus, con piu figure. Non sempre riesci a farti capire e alla fine desisti e te ne vai.
Akihabara citta' elettronica e' un po' una sola. La roba costa molto di meno in altri posti, tipo Shinjuku, ma tanto di meno. e' come comprare una macchina fotografica da Gucci a via Condotti.
Qui pero' e' tutto cosi vivibile.. la metropolitana quando fa ritardo (mai successo) e' perche' qualcuno si e' suicidato sotto i binari. Una scopettata, una botta di tubo e si riparte. La gente e' molto gentile e disponibile, anche se alcuni secondo me non possono vedere lo straniero. La criminalita' a Tokyo e' pressapoco ZERO. Le ragazze come detto prima sono molto femminili, anche se e' difficilissimo avvicinarsi:
1) non ti capiscono
2) gli metti anche un po paura perche sei straniero
Cosi vedi certe gnocche in giro con dei cessi terribili. Mia cugina e le amiche confermano che i ragazzi jap sono tutti dei cessi terrificanti.
Non so se da Kyoto avremo accesso ad internet, quindi potrebbe essere l'ultimo post fino a Hiroshima (speriamo di averlo). Keep up reading and stay tuned.
P.s.
Miko tu qui ci devi venire. Io non conosco che 1/1000 dei mostri o pupazzi che girano, delle ragazze vestite da cartone animato, delle bamboline da comprare ecc. Pero ho fotato Tengen Toppa, che qua va per la maggiore, assieme a naruto Gundam, di cui stavo per comprare una maglietta magnifica ma poi non ho trovato la taglia. Peccato.

KYOTO

29/10/2008 - ora loca le 7.42

L´arrivo a kyoto con lo shinkansen ha richiesto veramente poco tempo! L'impatto con la citta e completamente diverso da quello offerto da Tokyo. Tutte le luci sono spente, poca la gente in giro, tantissime le macchine. Alla ricerca dell'hotel. Finalmente arriviamo. Meno peggio di quello che mi aspettavo, ma cmq niente a che vedere con l'hotel a tokyo.A parte la puzza terrificante che si sente nell'hall,un mix di cucinato di tutte le razze, stalla della val di fassa con mucca e asinello, il resto e tutto all'insegna dell'economicita. Meno male che la stanza e pulita e confortevole, abbiamo il cesso in camera e posso farmi la doccia senza dover fare 4 piani a piedi! Domani si va a fare un giro per kyoto alla ricerca del tempio d'oro.

ore 23.55
Appena rientrati. qua rispetto a tokyo e tutto un altro mondo. Ci sono solo 2 metro, e passano ogni 20 minuti. Gli autobus.. non ne parliamo. Ultima corsa buona per tornare qua alle ore 22.15.. ovviamente persa. che palle.. cmq Kyoto in centro e' molto carina. Sembra voler emulare Tokyo, ma siamo proprio fuori dagli schemi di quella che fino ad ora potrebbe essere una delle citta' piu vivibili in assoluto. Domani ci gustiamo invece la cultura di Kyoto. Speriamo bene!

Kyoto 31/10/2008 ore 7.33

Prima di parlare della splendida gita di oggi a Nara, vi metto 2 foto del kinkakou-ji, il tempio d'oro. Le foto non rendono minimamente giustizia a questo capolavoro. Circondato dal verde si specchia nel laghetto creando uno spettacolo mozzafiato. Decisamente fantastico.


Per il resto qui la vita scorre tranquilla, tra un pasto alla jappo e un lallarone spacciato per caffe'. Ma siccome io sono caffeinomane qualcosa devo pure mandarla giu, sperando che un minimo di caffeina dentro ci sia. Cmq lallarone o no, sempre quei 2 euro ti chiedono...


Nara
Oggi siamo stati a Nara. La piu' antica capitale del Giappone. FANTASTICA! A parte che a tutti i canari sarebbe piaciuta, ma immaginate di arrivare in una citta' dove il parco (uno dei piu' belli che ho mai visto fin'ora tra l'altro) e' pieno di piccoli daini che girano liberamente tra la gente lasciandosi accarezzare, coccolare e fotografare. Ovviamente ho comprato i biscottini per i piccoli bambi sperduti, pagati un fottio, finiti in 4 secondi netti. Funziona cosi: tu fai vedere a un bambi un biscotto, nel giro di 10 secondi hai 18 bambi addosso che tra mozzichetti e strofinate di corna per dire "Aho ci sono pure io!", tra spintoni e zoccoli sui piedi, finiscono i biscotti salatamente pagati. Poi passano al turista successivo. Troppo belli, troppo dolci.

Il video rendera' giustizia piu di quanto questa foto non faccia. Nara e' anche una sorta di area "tesoro mondiale" perche' ha due o tre capolavori che veramente lasciano stupiti. Il primo e' il tempio che custodisce il budda in bronzo piu grande del mondo. Le foto non rendono giustizia, non le metto. Alto 16 metri, e' veramente imponente ed incute soggezione e rispetto. Il tempio e' esso stesso un qualcosa di indescrivibile. E' la struttura in legno piu' grande della terra, ed effettivamente credo sia anche il piu' gande tempio che ho visto qua in Jap.
Prima di tornare a Kyoto ci siamo fatti una passeggiata nello splendido parco di Nara, dove ci sono templi uno di seguito l'altro. Qualche foto U2 e poi via, adesso andiamo a vedere Halloween Jappo. Anche se so che rimarremo delusi. Qua tutto chiude alle 23.30, e anche volendo tornare tardi con la bici, come ieri, i locali jappi non ci cagano di striscio, ci saltano proprio con l'offertona "Bella pe voi, qua musica fica entrate!". A noi no.. niente. E ovviamente non sapendo leggere quello che c'e' scritto il rischio di entrare in qualche bordello da 10.000 yen e' elevatissimo. Stiamo a vedere stasera!

2 novembre 2008 - 7.40

Halloween Jappo? Svoltato grazie a una domanda fatta ad un gruppone di stranieri. Vi ricordo che qua i jappi non parlano un cazzo di inglese.. cmq svoltiamo la serata in un pub molto carino pieno di studenti stranieri. Conosciamo 3 ragazzi italiani che studiano a kyoto. Sonia, Michela e Luca. Spettacolo sentirli comunicare a palla con i jappi, soprattutto sonia che mi ha fatto mezzo da interprete con una jappettina niente male. Solo che praticamente la conversazione e rimasta ferma ai nomi dei manga che conoscevo io e quelli che conosceva lei, piu 2 parole in croce di inglese che riusciva a capire. Alla fine tra una cosa e l'altra abbiamo fatto le 5 di mattina, con luca che mi porta a prendere un panino al cioccolato. Siccome stasera ci aspettano mi devo sbrigare e non posso scrivere altro, quindi beccatevi le foto e via!



 

HIROSHIMA

3/11/2008

Da questa baracca di computer vi scordate che riesco ad uppare le nuove fotine, quindi fino a che non torno a tokyo non se ne parla. Prima di dirvi 2 cose di hiroshima ve ne dico 3 ancora su Kyoto. Ieri sera ci siamo rivisti con Sonia e Luca, i ragazzi conosciuti la sera di Halloween! Siamo stati a cena in un posto fantastico. Vi ricordate Kiss Me Licia e nonno Marrabbio? Okonomiyaki mi pare si chiamino quelle frittelle che ti servono. Buone. Tanto ormai non mi chiedo nemmeno piu che animale sto mangiando, lo mangio e basta. Bellissimo il dopo cena ini un afro bar jappo! A parte che qua sono veramente tutti squisiti. Per farvi capire dopo 10 secondi che eravamo nel pub loro iniziano a suonare e portano i bonghi, le maracas o sal cazzo che strumenti erano e tutti insieme ci mettiamo a suonare, dapprima al nostro tavolo, poi mi butto in mezzo alla caciara! Lo sapete che sono un timidone no? Troppo forte. C'era pure il giovanni di rux de noantri qua in jap. Ovviamente fotato, ma non posso farvi vedere!! Sonia e Luca comunque so troppo simpatici e visto che mi leggono li saluto pure! bella per voi! BACI!!!

Oh. Invece stamattina dopo una levataccia mostruosa e dopo aver dormito solo 4 ore arriviamo distrutti ad hiroshima. Visita immediata al Dome, l'edificio (l'unico) ormai in piedi dopo l'esplosione dell'atomica.
Gia perche' la storia purtroppo qua la conosciamo tutti. Il 6 agosto del 1945 alle 8.15 la stupidita' umana raggiunge il suo apice ed una citta' viene completamente rasa al suolo. I jappi non erano certo stinchi di santo, ma uno sterminio di tale portata e' inumano. Difatti nel museo (pagato pochissimo, 50 yen, circa 40 centesimi con sto cambio di schifo) le cose che lasciano angosciati sono parecchie. Soprattutto le immagini dei bambini.. molto toccante, ma anche troppo angosciante, tanto che a volte non riuscivi a soffermarti per piu' di qualche istante. Molto bello l'orologio bloccato sulle 8.15... anche qui foto che non posso mostrare..

A forza di mangiare riso finisce che riproponi suppli, cosi ci siamo mezzi concessi una "pizza" dallo zozzone locale. Due per l'esattezza.. una "margheritta" che praticamente aveva i pomodori sani, e una patate e maionese. La margheritta era commestibile, abbiamo pure bissato. La fame qua e' chimica. Ci credo che sono tutti magri sti jappi. Io per saziarmi devo ordinare almeno 3 volte..

Domani Miyajima, uno dei 3 panorami al tramonto piu' belli del mondo. Cosi dice l'onu. Stiamo a vedere!
Ah, dimenticavo..

- Miche' qua gli attacchini con le citta' non ci sono, ho preso quelli con le maschere tipo boyakki piu' una sopresa..
- Adrio qua Jeeggo Robotto non ce l'hanno il portachiavi.. che devo fa?
- Seppiniello purtroppo ho saputo della maggica ma la sciarpa non era mia, ma del tizio straniero che stava a kyoto, che ovviamente ho fermato e fotato. Chissa' perche qua conoscono tutti la roma ma le altre sqaudre proprio no.. eh.. caput mundi.. sai com'e'..

Tutti gli altri che non mi avete chiesto non riceverete NIENTE, manco li spicci. State bene cosi!

Notare nella foto a destra, tutto a destra, il di rux versione jappo!!


4/11/2008 MIYAJIMA

Oggi giornata di sole pieno e secondo programma siamo andati a Miyajima. Un'isola che da Hiroshima si raggiunge in 20 minuti di metro e 10 di traghetto. Il posto e' FANTASTICO! Abbiamo fatto solo nella giornata di oggi almeno un 100 foto a testa. Ma praticamente ogni angolo era uno scatto. Qui abbiamo di nuovo trovato i Daini che erano liberi di fare quel che volevano. Molto piu discreti di quelli di Nara pero'. Avevano anche compagnia. Nel bosco ci sono le scimmiette che se sei fortunato si lasciano anche fotografare. Zainetto Eastpack in spalla (non mi abbandona mai, mitico Eastpack) ci incamminiamo per l'isola, raggiungendo l'attacco del sentiero che con 4 milioni di gradini ci porta in cima al monte Misen. La passeggiata in se non era troppo lunga ma e' stata abbatanza faticosa a causa di tutti quegli scalini maledetti. Qui non si sa come mai ogni volta che si sale ci sono scalini e la fatica si decuplica. Pero' ne e' davvero valsa la pena. Dapprima sembrava di stare in val di fassa. Poi mano mano che si saliva la natura cambiava, fino a che in cima, finalmente, ci siamo fermati a godere di un panorama stupendo. Gia' perche' quest'isoletta ne ha tante piccole satellite intorno. Fantastico.



Al ritorno gli scalini da 4 milioni sono diventati 18 miliardi, tanto e' che abbiamo tutti e 2 pensato al culo di aver scelto il sentiero di sinistra. Probabilmente avremmo rinunciato nell'altro caso. Tornati in paese l'immancabile riso al curry ci "sazia" ancora una volta. Qui ci separiamo. Lui vuole vedere la parte turistica dell'isola con le spiaggia tipo Sardegna, io preferisco godermi il tramonto sul Torii, che sembra essere uno dei piu' bei tramonti del giappone e del mondo intero. (Ma qua in jap hanno tutto meglio di tutti??)
Dopo essere stato oggetto di copiose fotografie per essermi messo a petto nudo e scalzo in riva al mare (faceva minimo 24 gradi oggi) mi preparo ad uno scatto che forse e' degno del National Geographic. Ve lo regalo pure a voi..


Domani si torna a Tokyo per l'ultimo giorno di vacanza in questo splendido paese. Mi dispiace troppo dover tornare.. Intanto stasera ci godiamo l'ultima notte di Hiroshima bissando la pasta e la pizza dal sapore abbastanza italiano scoperti ieri in un localino niente male e poi andiamo al guinnes pub x ritrovare 2 irlandesi con cui abbiamo appuntamento.. Stay Tuned..

TOKYO

5/11/2008 ore 19.33

Ultima  sera a Tokyo. Valigia gia pronta da questo pomeriggio. Rivisti i posti piu belli della citta', tra tutti spicca Shibuya, credo sia il posto piu' fico che ho mai visto. Vedrete le foto al ritorno. Gia' perche' purtroppo bisogna tornare. Cri dice che se vado a New York faccio sola andata. Mi sa che ha ragione perche' io da qua non voglio tornare piu'. Tokyo in particolar modo mi ha colpito in maniera preoccupante. Una megalopoli vivibile come Roma se lo scorda. Mai e sottolineo MAI abbiamo aspettato la metropolitana per piu di un minuto.  Nemmeno la domenica. Mai sentita la necessita' di una macchina. C'e' tutto, forse anche di piu'. Una citta' sempre viva, dove la domenica e' come fosse un lunedi. C'e' sempre gente in giro, mille sorrisi, sempre gentili. Forse un po' alienati questo si, ma stiamo parlando di una citta con 11 milioni di persone. Mangiare costa pochissimo, c'e' un posto diverso ogni 5 metri. Ci sono mille locali, mille colori, milioni di persone. Insomma una citta' che mi ha stregato. Unico problema e' la comunicazione: nulla. 
A Roma ci sono gli affetti, la famiglia, gli amici, la mia Briscoletta. Basta. Per tutto il resto penso che a poter scegliere ora, a caldo, resterei qua. Sicuramente. Magari e' solo l'entusiasmo ma se pensate che oggi sceso dallo Shinkansen di ritorno da Hiroshima ho detto a Emanuele: "Finalmente a casa!"
Si perche' il giappone e' il giappone, Tokyo e' Tokyo. 
Kyoto per esempio e' una citta' molto piu' a dimensione uomo, sicuramente piu' facile riuscire a socializzare che non qui. Discorso identico per Hiroshima. 
Impossibile spiegare a parole, va vissuta. Adesso salgo al 10imo piano dell'hotel e mi preparo per la serata. Ultimo saluto ad una delle citta' piu' fiche che ho visto in tanti viaggi all'estero.

Arigato Gozai mas per avermi seguito (chi l'ha fatto ovviamente).

Un bacio e un abbraccio a tutti.

Sayonara!

Foto : http://s258.photobucket.com/albums/hh260/giroviaggiare/Japan2008/

 

Video Musicale:

contentmap_plugin

Commenti   

#2 Manuel 2010-05-05 14:17
ehehehe lo so, veramente un viaggio da fare!
#1 Massimiliano 2010-05-05 14:14
Bellissimo viaggio e bel reportage

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Joomla templates by a4joomla