Pictures of my travels

Città Oltre Oceano

Con colpevole ritardo di un mese pubblico le impressionio del mio viaggio a NY avvenuto più o meno tra il 27/09 e il 05/10 del 2011. Sarò breve in quanto data l'età ormai la memoria è quella che è e quindi a distanza di un mese ricordo a malapena di esserci stato a new york, figuriamoci i dettagli. Inoltre navigo con chiavetta

 

Sono andato da solo, decidendo una ventina di giorni prima della partenza... come mai direte voi? Grazie alla crisi (sempre fanculo agli americani per averla avviata, per lo meno ai banchieri statunitensi) che mi ha causato 2 belle settimane consecutive di cassa integrazione. Prendo la palla al balzo, faccio il passaporto (finalmente), prenoto un volo venezia-parigi-ny jfk, prenoto un albergo nell'upper west side (71st strada, tra la 10a e la 11a avenue se non ricordo male)

Parto da venezia verso le 15, 90 minuti di scalo dai cugini francesi, alle 21 ora locale sono a new york. Airtrain, 3 cambi di linea di metro (con un paio di errori di fermata e consegunti bestemmie) ma in qualche modo raggiungo il primo traguardo di raggiungere l'albergo senza usare il taxi e risparmiando così una 50ina di dollari. Bene

 

L'albergo, come si suol dire, della merda gli manca solo l'odore... e per essere sinceri in alcuni corridoi l'odore di cacca sarebbe stato preferibile. In pratica era un condominio gigantesco dove il 70% delle stanze era occupata da gente che ci vive, per il resto turisti in transito. La stanza fortunatamente era decente e senza blatte (un ragazzo italiano mi ha mostrato la sua che oltre ad essere grande più o meno 4mq aveva anche qualche insetto... il tizio il giorno dopo è fuggito via infatti, ma lui abita a los angeles quindi può farsi ridare i soldi con più facilità)

 

Fin qui le amenità. Nei successivi 7 giorni ho visto Manhattan in lungo e in largo più una puntata a Brooklyn

Non descriverò tutto perchè Mav l'ha già fatto giorno per giorno durante il suo viaggio quindi non serve, vi dico semplicemente che il viaggio vale la pena. Vedrete una città che fondamentalmente già conoscete tramite film e telefilm ma com'è ovvio dal vivo l'effetto è tutto diverso... l'impatto con i grattacieli è notevole

Città dalle grandi contraddizioni, capita di camminare 300 metri e passare da park avenue dove la macchina più schifosa che vedrete è una classe S AMG e magari poi vedere una station wagon mezza scassata con dietro una fila di 30 homeless che attendono di ricevere un pasto... vedrete gli yuppie uscire dai palazzi delle multinazionali e magari dietro l'angolo ci sono dei loro coetanei neanche 30enni che chiedono l'elemosina

Città selettiva insomma, nella quale sinceramente non andrei a vivere per paura di non essere all'altezza abituato come sono alla nostra mediocre ma tutto sommato rassicurante italia dove bene o male la stragrande maggioranza della gente riesce sbarcare il lunario anche con uno stipendo in 3 persone (e dove, proprio mentre sto scrivendo, finalmente sembra essere finita l'era di B.)

 

Però... una figata. Quindi andateci, fatevi 6 mesi senza andare a cena fuori e poi regalatevi 5 giorni a new york

 

http://biancoros.altervista.org/_altervista_ht/ny01.JPG

http://biancoros.altervista.org/_altervista_ht/ny02.JPG

http://biancoros.altervista.org/_altervista_ht/ny03.JPG

http://biancoros.altervista.org/_altervista_ht/ny04.JPG

http://biancoros.altervista.org/_altervista_ht/ny05.JPG

http://biancoros.altervista.org/_altervista_ht/ny06.JPG

http://biancoros.altervista.org/_altervista_ht/ny07.JPG

http://biancoros.altervista.org/_altervista_ht/ny08.JPG

http://biancoros.altervista.org/_altervista_ht/ny09.JPG

http://biancoros.altervista.org/_altervista_ht/ny10.JPG

http://biancoros.altervista.org/_altervista_ht/ny11.JPG

http://biancoros.altervista.org/_altervista_ht/ny12.JPG

http://biancoros.altervista.org/_altervista_ht/ny13.JPG

http://biancoros.altervista.org/_altervista_ht/ny14.JPG

http://biancoros.altervista.org/_altervista_ht/ny15.JPG

 

 

 

 

- Per le foto guarda in fondo a questa pagina!! -

Località            : New York, Philadelphia, Washington, Boston
Giroviaggiatori : Manuél, Valentina, Alessandra, Max

 

New York. La grande mela. Una meta che ormai sogno da tempo ma che prima d'ora non ero mai riuscito a visitare. Adesso parto. Pensavo sarebbe stato il primo viaggio intercontinentale, invece mi ritrovo a dover paragonare New York ad un'altra città che mi ha letteralmente rapito il cuore: Tokyo. Ma sicuramente NYC non deluderà le mie aspettative. Il viaggio tanto sognato è alle porte. Sabato mattina, piu precisamente alle ore 7.30 si parte. Londra e poi NY. Le cose da vedere e da fare sono 2000, le cose da comprare almeno il doppio. Trolley quasi scarico e via. Al massimo ne compriamo un altro li, dipende tutto dalla generosità dell'euro nei confronti del dollaro. Per ora vinciamo a mani basse. E poi c'è tanta gente da incontrare. Chi vive li e chi invece, per pura coincidenza, ha prenotato lo stesso viaggio nello stesso periodo. Stiamo arrivando!!!

12/05/2009 ore 15.35

Apple store. 4 piani dedicati ai mac, all`iphone e alla teconologia. E un ottimo modo per scroccare un portatile da cui scrivere 2 cazzate. Come e` new york? Fantastica. Probabilmente una delle migliori citta` in cui vivere. Ti senti a casa, quasi non fossi dall`altra parte del mondo. Tokyo mi aveva dato una sensazione completamente differente. Mi sentivo spaesato, ma allo stesso tempo affascinato. Qui riesco a comunicare, gli americani sono tutti gentili e ti fanno venire voglia di trasferirti. Per il momento pero` sfatiamo qualche mito. I wireless non sono tutti gratis. DEVI PAGARE! Qualcosa si trova, ma non cosi tanti come pensavo. Nei locali dove consumi ho scoperto oggi che puoi pero` usufruirne senza problemi. 

I jeans? Mica vero che costano 30 dollari, cosi come le scarpe. costano sicuramente meno che a roma, ma non cosi tanto meno. Vedremo poi in qualche outlet o centro commerciale se riesco a tornare con 2 trolley anziche uno solo. New York e` fica. Bisogna venire a vivere qua. Ma prima bisogna capire come... 

Mercoledi 14/05 ore 18.15

Con un po` di fortuna ho trovato un altro bel mac da cui scrivere ancora una volta a gratise. Oggi ci siamo sparati il museo metropolitano, enorme, come ogni cosa qui a new york. Ci siamo stati la bellezza di 4 ore, mia sorella dopo 20 minuti e` uscita. Insomma gli opposti. Valentina la dovevi trascinare per i capelli, lei invece e` volata tra una stanza e l`altra senza fermarsi per piu` di 5 minuti. La cosa preoccupante e` che comincia a parlare come Max.. tra un mamma mia!! e altre tipiche espressioni assorbite da max stesso, la stiamo perdendo. Ormai e` certo. Max che e` rimasto affascinato oltre ogni modo dal ponte di brooklyn. Gli avra` fatto dalle 10 alle 15 mila fotografie, quando tutti gli altri giorni non ne aveva fatta nemmeno una. L`obiettivo e` far morire d`invidia i suoi colleghi al lavoro. 

Ieri invece gitona a liberty island. Dopo aver toppato alla grande il traghetto che ci ha fatto vedere alla lontana la statua costringendoci a tornare indietro, finalmente riusciamo a raggiungere la tanto agognata statua. Anche qui i MAMMA MIA! si sono sprecati, e le foto pure. Fica, se non fosse che per salirci sopra devi prenotare non si sa dove e non si sa quando.

Le spese procedono abbastanza bene. Da abercrombie ho speso la belleza di 298 dollari in vestiti. Non male se consideriamo che ieri sera dopo aver visto Sdan a cena, di dollari ne abbiamo spesi 229 per una pizza!!!!!! Era grande 2 volte le nostre.. pero`.. come riesco posto qualche foto perche` il rabbino del mio hotel vuole 2 dollari per 5 minuti! Ma fuck!! 

Domenica 17/05/2009 ore 2.45 a.m.

 

Alla fine il giorno è giunto. Domani ore 11.50 spicco il volo verso una meta che mai nella vita avrei pensato di visitare prima di New York. Eppure eccomi quasi pronto, giusto le ultime 2 cose da sistemare; occhiali da sole, valigia da sistemare (il trolley è troppo piccolo, la valigia modello "mio padre a new york nella sua giovinezza" potrebbe anche passare, ma pesa 18 mila kg vuota.), nonne da salutare onde evitare di non essere mai più invitati a casa per un pranzo. Il quadernino è pronto a raccogliere le perle del viaggio, sul fondo ho scritto cosa portare a chi, e a chi scrivere la cartolina. Boh che altro dire? Speriamo che il nostro aereo non sia un Savoia Marchetti del 1932 ma un aereo che almeno la scatola nera la ritrovano!

Stay tuned, aggiornerò come possibile questo viaggio direttamente dal Jap!

23/10/2008 ora locale  16.10

Distrutti da un viaggio che sa di allucinante, travolti dal gelo della russia con i sorrisi che li potevi vedere solo pagando 7 euro un pacchetto di pringles (state bene cosi!!) finalmente arriviamo in jap. Dormire in aereo? Impossibile. Sveglio assieme alle sole hostess mi rendo conto che sara' una dura lotta restare svegli la giornata seguente. Atterrati a tokyo che ve lo dico a fa? Oltre ad avermi perquisito pensando che fossi chissa' quale spacciatore vietnamita, mi accorgo anche che i russi non hanno l'abitudine di farsi i cazzi loro, e scopro che la valigia manca del lucchetto..

Il treno che ci porta da Narita a Tokyo e pulito e veloce. Il problema numero 1 lo troviamo arrivati nella citta' dove NESSUNO parla inglese. Tutte cazzate sui giapponesi civilizzati. Questi non spiccicano una parola. Ho fermato 10 persone, l'11 parlava inglese, ma era di taiwan e non poteva aiutarci.. Poi scopro un lato di questa gente veramente fantastico. Fermo 2 ragazzi. Lui maglietta dell'italia. Jappi. Lui addirittura chiama con il suo cellulare l'hotel, e dopo una serie di richieste a negozianti e tassinari riesce a metterci su un taxi che ci porta, finalmente in hotel.

La stanza e' piccola. Non riesco manco a specchiarmi e quando vai al cesso e' come stare in castigo. Non ti puoi nemmeno tirare su le mutande, non hai lo spazio materiale. Pero' che lusso mettere un film di Clint Eastwood doppiato e sentirlo bestemmiare in kanji.

Adesso in qualche modo cerchiamo di raggiungere mia cugina.. Piove, ma fa cmq 24 gradi...

 

24/10/2008 ora locale 10.45

Dopo aver vagato ieri sera per 3/4 del giappone per trovare il nostro albergo, sotto una pioggia torrenziale che ci ha fatto tornare completamente zuppi, alla fine riusciamo ad arrivare sani e salvi. Sempre piu epiche le imprese dei nostri 2 eroi, sono arrivato a chiedere un blocco notes per DISEGNARE quello che volevo dire. la tecnologia costa come a roma, oggi andiamo a vedere al quartiere elettronico. Vado pure sul piu alto grattacielo di tokyo, gratis. Ah ieri prima cena jap, come ho un attimo posto le prime immagini! Ciao dal jap che ora vado di fretta. Baci

24/10/2008

Shinjuku. La piu grande stazione metropolitana del mondo. Per rendere l'idea prendete talenti, tutta, e mettetela sottoterra. Ecco Shinjuku. Una cosa da perdersi, tant'e' (qui le e accentate non ci sono) che ci siamo persi, a volte non si trova nemmeno l'uscita. Siamo saliti in cima al Tokyo Gorvernament Tower, al 45esimo piano. Ci siamo purtroppo goduti solo la nebbia, visto che da 2 giorni non fa altro che piovere. Negozi di elettronica come se piovesse. Fossi venuto 15gg fa con il cambio piu favorevole che mai avrei comprato di tutto.Pomeriggio, dopo aver pranzato con il riso al curry, siamo andati a visitare un tempio in un parco bellissimo, il tutto sembrava irreale. Solo il rumore dei corvi (o un qualche tipo di animale non lo so) rompeva il silenzio tombale.
Sul tardi ci siamo fatti una passeggiata per omotesando, il piu ricco quartiere di Tokyo, dove a Kiddy land ho comprato di tutto. Qui ogni negozio ha 5 piani, e tutti e 5 vendono stronzate che in italia ce le sognamo. Presi 2 kimono per mipotina e figlia di amica, piu cazzatine varie. (Mikoz sarai contento!!) Il cazzo di portachiavi di jeeg ancora niente e nemmeno la maiolica per Mica!
Adesso si va a rappongi, il quartiere coatto di Tokyo. Abbiamo conosciuto 2 e una cosa tira l'altra...


Joomla templates by a4joomla